” Ognuno faccia la sua parte, piccola o grande che sia”. Solo se ognuno farà la sua piccola parte potremo cambiare qualcosa per noi stessi e per gli esseri innocenti che verranno. E’ il dovere di ogni uomo degno di questo nome difendere la sua terra, la famiglia, l’altrui vita e quella di animali e piante, che convivono con lui nel pianeta azzurro.
Pensiero di Giovanni Falcone


RICORDATEVI MOLTO BENE "VOI COLLABORATORI" DI QUESTO "MASSACRO"..!UN GIORNO,VI PENTIRETE DI TUTTO,MA NON SERVIRA' PERCHE' RICEVERETE UGUALMENTE LA "GIUSTA PUNIZIONE" PER IL VOSTRO DIABOLICO OPERATO..!!


sabato 22 settembre 2012

GUERRA GLOBALE

Italia, controllo aereo Nato.
di Gianni Lannes

Owning the Weather in 2025 è uno dei più sofisticati programmi bellici di ricerca militare in atto. Le cavie più o meno inconsapevoli siamo noi. Possedere il tempo meteorologico, controllare a piacimento il clima: non è fantascienza ma una realtà targata Usa, coperta dal segreto Nato. Ma anche il criminale russo Putin non scherza. Di che si tratta? Semplice: di un programma militare a livello globale di manipolazione che non ha solo finalità climatiche, bensì il controllo della crescita demografica. Vale a dire, la riduzione drastica - 80 per cento - della popolazione mondiale. In una frase: sono attualmente in atto sistematiche alterazioni ecologiche camuffate da ricerche “scientifiche”. Nell'ultimo decennio l'illuminato piano d'azione - per mano di Casa Bianca e Pentagono - è stato intensificato anche in Europa ed ovviamente sulla portaerei Usa nel Mediterraneo, ovvero l'Italia. I velivoli che irrorano ormai quotidianamente di scie chimiche i cieli del Belpaese decollano ed atterrano da aeroporti sotto il controllo della Nato con il beneplacito dell'Aeronautica militare tricolore. Basta fare la conta ed appostarsi per scoprirlo. Provate ad accertarlo direttamente, magari con scampagnate di massa a ridosso degli scali aeroportuali bellici. “Il mezzo è il messaggio”. “Premier” Monti provi a smentire questa proposizione apparentemente ermetica, fornendo prove all'opinione pubblica, o piuttosto riscontri di collusione.

Scie chimiche, Italia 2012.

Distruzione di massa - La guerra ambientale è oggi definita dall'Alleanza Atlantica, come ben sa il ministro della Difesa tricolore Giampaolo Di Paola (un ammiraglio) in questo modo: «l'intenzionale modificazione di un sistema ecologico naturale come il clima, i fenomeni metereologici, gli equilibri dell'atmosfera, della ionosfera, della magnetosfera, le piattaforme tettoniche, eccetera, allo scopo di causare distruzioni fisiche, economiche e psico-sociali nei riguardi di un determinato obiettivo geofisico o una particolare popolazione». I governi italiani (in particolare Berlusconi & Monti negli ultimi due lustri) hanno prontamente avallato questa strategia coperta dal segreto e dalla ragion di Stato. Non a caso, numerosi politicanti della casta nostrana (da Prodi a Letta per citare qualche esempio spicciolo, ma anche giornalisti come la Gruber) hanno aderito al club Bilderberg, alla Commissione Trilaterale e all'Aspen Institute. Rockefeller & Rothschild ringraziano. Per dirla con il sociologo Marshall Mc Luhann: «Solo i piccoli segreti vanno protetti. Per quelli grandi sarà sempre sufficiente l'incredulità della gente».
Scie chimiche, Italia 2012.


Scie chimiche, Italia 2012.

Nessun commento:

Posta un commento

La pubblicazione dei commenti è sottoposta a moderazione quindi se non rispondo subito non vi preoccupate.
L'autore del blog non è responsabile dei commenti esterni.

....Qui ogni persona (seria) è libera di commentare ma non saranno mai pubblicati indistintamente i commenti di tutti i DB (riconoscibilissimi al "servizio dei servizi")...che,indisturbati ed impuniti continuano a deridere ed offendere pesantemente,persone intelligenti e molto serie che,da tempo remoto dedicano la loro vita alla vera e giusta INFORMAZIONE !
DICO LORO:DI ANDARE A PASCOLARE ALTROVE,QUI NON SIETE ASSOLUTAMENTE GRADITI ED I VS. COMMENTI NON MI INTERESSANO AFFATTO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...