” Ognuno faccia la sua parte, piccola o grande che sia”. Solo se ognuno farà la sua piccola parte potremo cambiare qualcosa per noi stessi e per gli esseri innocenti che verranno. E’ il dovere di ogni uomo degno di questo nome difendere la sua terra, la famiglia, l’altrui vita e quella di animali e piante, che convivono con lui nel pianeta azzurro.
Pensiero di Giovanni Falcone


RICORDATEVI MOLTO BENE "VOI COLLABORATORI" DI QUESTO "MASSACRO"..!UN GIORNO,VI PENTIRETE DI TUTTO,MA NON SERVIRA' PERCHE' RICEVERETE UGUALMENTE LA "GIUSTA PUNIZIONE" PER IL VOSTRO DIABOLICO OPERATO..!!


venerdì 23 novembre 2012

Le false contrails in computer grafica


           
 


Caricato da in data 11/ott/2011
Di recente sui portali di video sharing sono stati pubblicati alcuni filmati che riprendono velivoli militari in accattivanti evoluzioni. In questi filmati sono state abilmente inserite delle sequenze realizzate in computer grafica che, non a caso, mostrano scie di tipo persistente, spacciate, come è ovvio, per scie di condensazione. Le elaborazioni digitali sono difficili da distinguere dalle vere riprese filmate, ma alcuni dettagli svelano l'inganno. Infatti, in una di queste notiamo come le scie rilasciate da un grosso velivolo quadrigetto, non sono presenti nella zona destra alle spalle del pilota. Il grafico 3D si è semplicemente dimenticato di disegnarle! Esaminando i frames, inoltre, si nota come l'aereo sia solo stato accennato e si rileva anche l'anomalo disallineamento di una delle scie rispetto al secondo motore dell'ala destra dei motori. Sono sospette anche le sequenze che riprendono il quadrigetto dall'alto, in quanto lo sfondo non si muove... come se si trattasse di una ripresa satellitare... ed anche perché il jet non è riconoscibile tra i modelli in dotazione alle aeronautiche militari pubblicizzate nello spot propagandistico.

Queste sequenze di grafica digitale furono usate la prima volta nel 2007, durante la trasmissione "Voyager", in occasione della puntata sulle scie chimiche. Ora le ritroviamo inserite surrettiziamente in due produzioni che dovrebbero così avvalorare la tesi, secondo cui le scie di condensazione persistenti sono un fenomeno comune anche negli aerei da guerra, laddove abbiamo dimostrato che già nel 1943 il problema della formazione delle contrails era stato risolto, come testimoniato in un recente testo sulle strategie militari.

Nel 1975 la F.A.A. confermò che era possibile prevenire la generazione di una contrail visibile, aggiungendo ai gas di scarico particolato di dimensioni microscopiche.

Nessun commento:

Posta un commento

La pubblicazione dei commenti è sottoposta a moderazione quindi se non rispondo subito non vi preoccupate.
L'autore del blog non è responsabile dei commenti esterni.

....Qui ogni persona (seria) è libera di commentare ma non saranno mai pubblicati indistintamente i commenti di tutti i DB (riconoscibilissimi al "servizio dei servizi")...che,indisturbati ed impuniti continuano a deridere ed offendere pesantemente,persone intelligenti e molto serie che,da tempo remoto dedicano la loro vita alla vera e giusta INFORMAZIONE !
DICO LORO:DI ANDARE A PASCOLARE ALTROVE,QUI NON SIETE ASSOLUTAMENTE GRADITI ED I VS. COMMENTI NON MI INTERESSANO AFFATTO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...