” Ognuno faccia la sua parte, piccola o grande che sia”. Solo se ognuno farà la sua piccola parte potremo cambiare qualcosa per noi stessi e per gli esseri innocenti che verranno. E’ il dovere di ogni uomo degno di questo nome difendere la sua terra, la famiglia, l’altrui vita e quella di animali e piante, che convivono con lui nel pianeta azzurro.
Pensiero di Giovanni Falcone


RICORDATEVI MOLTO BENE "VOI COLLABORATORI" DI QUESTO "MASSACRO"..!UN GIORNO,VI PENTIRETE DI TUTTO,MA NON SERVIRA' PERCHE' RICEVERETE UGUALMENTE LA "GIUSTA PUNIZIONE" PER IL VOSTRO DIABOLICO OPERATO..!!


lunedì 24 febbraio 2014

SCIE CHIMICHE: IL CAPO DELLO STATO SI LAVA LE MANI



di Gianni Lannes


Correva l’anno 2010, quando la signora Luigina Marchesi che vive in un’area del territorio nazionale non attraversata da aerovie civili, scriveva al presidente della Repubblica chiedendo giustamente conto delle pericolose scie chimiche che hanno trasformato l’Italia in una gigantesca camera a gas. 

A mezzo del suo assistente militare dell’Aeronautica, Napolitano fece precisare che 

«pur comprendendo le motivazioni e il coinvolgimento morale ed emotivo che hanno originato la Sua istanza, devo mio malgrado informarLa che risulta impossibile intervenire su materie regolate da specifiche disposizioni di legge, la cui applicazione spetta ai competenti ministeri e su cui la Presidenza della Repubblica non può in alcun modo intervenire». 

Questa risposta è uno spudorata menzogna: ecco perché. Infatti, la Costituzione Repubblicana all’articolo 87 stabilisce che:

«Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale…  ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere».

Sulla difesa della vita, ovvero un fondamentale dovere istituzionale, non si può giocare allo scaricababile italidiota. Chi agisce alla Ponzio Pilato è complice di un crimine contro l'umanità: in questo caso il popolo italiano. C'è n'è abbastanza per incriminare a ragion veduta, tale Giorgio Napolitano per violazione dell'articolo 90 della Costituzione, ovvero "alto tradimento e attentato alla Costituzione".

Post scriptum 


Due articoli della Costituzione italiana per chi soffre di amnesia:
Articolo 2:

 «La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo» .

Articolo 32:

«La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività...»

Fonte:http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/02/scie-chimiche-il-capo-dello-stato-si.html

Nessun commento:

Posta un commento

La pubblicazione dei commenti è sottoposta a moderazione quindi se non rispondo subito non vi preoccupate.
L'autore del blog non è responsabile dei commenti esterni.

....Qui ogni persona (seria) è libera di commentare ma non saranno mai pubblicati indistintamente i commenti di tutti i DB (riconoscibilissimi al "servizio dei servizi")...che,indisturbati ed impuniti continuano a deridere ed offendere pesantemente,persone intelligenti e molto serie che,da tempo remoto dedicano la loro vita alla vera e giusta INFORMAZIONE !
DICO LORO:DI ANDARE A PASCOLARE ALTROVE,QUI NON SIETE ASSOLUTAMENTE GRADITI ED I VS. COMMENTI NON MI INTERESSANO AFFATTO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...